Cartucce originali, attenzione artigianale

Quel secchio sotto il palazzo da trenta piani

La qualità delle stampe deriva dall’unione tra precisione industriale e attenzione costante al risultato.

Non si scriverà mai abbastanza rispetto al miracolo di tecnologia e miniaturizzazione rappresentato dalla cartuccia di una stampante a getto di inchiostro.

Le cartucce HP PageWide con testina di stampa larga quanto l’intero foglio da stampare, contengono ben quarantaduemila ugelli, così minuscoli che ce ne vogliono tre per avere lo spessore di un capello umano.

Gli ugelli producono trentaseimila volte al secondo gocce di inchiostro colorato alla velocità di quasi cinquanta chilometri l’ora, e devono farlo con precisione immensa, per colpire il punto esatto e farlo con la giusta sfumatura di colore, tra milioni possibili.

Cartucce originali e grattacieli

Quanto è difficile tutto questo? Proviamo a immaginarlo nel mondo reale. Posiamo un secchio alla base di un palazzo di trenta piani. Saliamo sul tetto, prendiamo una moneta e lasciamola cadere in modo che centri il secchio.

Fermatevi al trentesimo piano e immaginate di centrare un secchiello con una moneta

Dite che è veramente difficile? Beh, per esempio non abbiamo chiesto di lanciare la moneta a cinquanta chilometri l’ora, ma solo di farla cadere!

500 anni di esperienza per arrivare a una cartuccia originale

Questo livello di prestazioni e precisione, replicato su milioni di cartucce in vendita in innumerevoli negozi, richiede inevitabilmente una infrastruttura industriale e tecnologica avanzatissima.

Eppure la cura e l’attenzione richieste per raggiungere l’obiettivo sono degne della migliore produzione artigianale. Se produrre un numero immenso di cartucce è infatti un procedimento industriale, il cammino necessario per arrivare alla cartuccia pronta per la la vendita è lungo e fortemente dipendente dall’elemento umano.

In questi dieci e più anni la tecnologia ha compiuto progressi sempre più straordinari

La prova? HP afferma che per arrivare dal progetto originale al prodotto finito, servono non meno di mille prototipi. Prova dopo prova, verifica dopo verifica, niente viene lasciato al caso o trascurato per risparmiare sulla qualità.

E l’elemento umano? Sempre HP ci fa sapere che il team addetto alla produzione delle cartucce originali totalizza cinquecento anni di esperienza nel settore. Viene da pensare che sia gente che ci tiene davvero, alla qualità finale del prodotto. Così come HP, per la quale queste premesse significano investimenti multimilionari.

Il tutto per arrivare a quella cartuccia originale, che proprio ora riproduce in colori vividi e fedeli quella foto da ricordare. Al termine di un percorso tecnologico straordinario e affascinante.