È possibile ricaricare cartucce HP?

Decine di stampanti, centinaia di testine, migliaia di fogli

I dati per capire l’efficacia delle cartucce di marca, contrapposte alle soluzioni improvvisate, vengono raccolti dove veramente acquistano le persone.

Quel signore distinto con i baffi, quella ragazza in jeans e capelli viola, quella coppia di fidanzati che chiacchiera con il commesso del reparto consumabili potrebbero essere acquirenti di cartucce per stampante. Quello che mai sapremo è se lo fanno per loro stessi, oppure per qualcun altro, senza dirlo a nessuno.

Potrebbero infatti essere stati assoldati dai Buyers Laboratory e lavorare alla raccolta dei materiali per uno dei rinomati test di qualità condotti dai laboratori.

Cartucce originali: le dimensioni (del campione) contano

I Buyers Laboratory infatti acquistano di tasca propria tutti i materiali da collaudare: nei centri commerciali, nei negozi di materiali per ufficio, dove tutti potremmo avere messo piede almeno una volta. E comprano tanto: per la loro ricerca sull’efficacia delle cartucce originali in Europa, Russia e Nordafrica sono state acquistate diciotto stampanti HP e nientemeno che 238 cartucce originali, contrapposte a 1.122 prodotti alternativi, tra compatibili (714) e ricaricate (408).

La sfida è stata condotta attorno alla stampa di cinque pagine a colori che fanno parte di un test convenzionale, denominato ISO/IEC 27412. Le cartucce sono state esaminate in partenza per evidenziare unità non funzionanti dal primo momento, o con difetti gravi da subito. Poi sono state messe a stampare fino a un guasto, a esaurimento dell’inchiostro (sia nero che colore) oppure alla comparsa di problemi di stampa. Le cartucce che hanno lavorato correttamente sono state infine sottoposte a ricaricate in quattro centri specializzati europei, per vedere come si comportavano rispetto alla carica originale.

Le cartucce originali hanno tutt’altra carica

Primo risultato, la quantità di pagine stampate prima di arrendersi: le 238 cartucce originali HP hanno prodotto complessivamente il 54,6 percento in più di pagine rispetto alle 1.122 cartucce non originali, compatibili o soggette a ricaricate. Per alcuni colori o neri specifici, la resa è stata ben oltre il 100 percento superiore, ovverossia le pagine prodotte dalle cartucce originali sono state più del doppio.

ricaricare cartucce HPAltre 301 cartucce hanno smesso di funzionare prematuramente, mentre a nessuna cartuccia HP è accaduto questo. In totale, due non originali ogni cinque hanno disatteso le aspettative di resa: le avessimo acquistate noi, ora saremmo delusi della spesa.

Il diario degli errori

Problemi all’elettronica, perdite di inchiostro, difetti nella stesura del colore e del nero: le cartucce non originali hanno tradito nel 47 percento dei casi e addirittura nell’88 percento per le cartucce a colori.

È quindi possibile ricaricare cartucce HP? Certo! Ma conosciamo un solo buon sistema capace di darci stampe sfavillanti grazie a cartucce che mantengono gli impegni presi all’acquisto: comprare cartucce originali per le nostre stampanti. Chissà se la signora accanto a noi sta facendo lo stesso, oppure lavora per il prossimo test…